martedì 23 ottobre 2018

Trail - Col del Malatrà


Tipologia percorso: Trail, escursionismo in 2 tappe da Saint Remì en Bosses a Courmayeru, rientro in bus con tratta Curmayeur ---> Aosta e Aosta ---> Saint Remì en Bosses

Luogo di partenza :  Saint Remì en Bosses (AO)

Luoghi attraversati tappa Uno: Consiglio partenza dal piazzale del distributore all'uscita dell'autostrada che sarà la fermata del bus per il rientro, seguire AV1, Saint Remì en Bosses, Gorres, Alpe Merdeux inferiore,
Cotes, Moindaz, Tza Merdeux, Rifugio Pier Giorgio Frassati, Col del Malatrà, Giué Damon, Malatrà de Sot, Rifugio Bonatti (pernotto).


Distanza totale tappa Uno: Km 18,6

Dislivello positivo tappa Uno: 1326 mt+

Quota massima tappa Uno: 2925  mt

------

Distanza totale tappa Due: Km 12,6

Dislivello positivo tappa Due: 281 mt+

Quota massima tappa Due: 2011  mt


Luoghi attraversati tappa Due: Rifugio Bonatti, seguire AV1, Sécheron, Leche, Rifugio Bertone, Villair Damon, Curmayeur.

Tipo di percorso: prevalentemente sentieri di montagna, poche piste sterrate.

Difficoltà:  Nessuna.

Reperibilità acqua: Alpeggi e rifugi.



Tappa Uno: Saint Remì en Bosses - Rifugio Bonatti

Tappa Due: Rifugio Bonatti - Courmayeur

l blog, le descrizioni ed il loro contenuto sono atti a far conoscere il territorio che abitualmente frequento, le tracce GPS sono attendibili e le valutazioni soggettive, per il resto affidatevi ai siti ufficiali come le sezioni CAI dedicate per avere le migliori indicazioni/informazioni.
Non dimenticate mai un equipaggiamento adeguato, la valutazione delle condizioni meteo e ricordate sempre che la montagna va rispettata in tutte le sue forme e mai sottovalutata!
Per il resto, tanta passione e buon divertimento!

Sezioni CAI - link           Meteo - link

















giovedì 11 ottobre 2018

Trail - Varallo Sesia 50k


Tipologia percorso: Trail, escursionismo.

Luogo di partenza :  Varallo Sesia (VC)

Luoghi attraversati: Partenza dalla stazione ferroviaria di Varallo Sesia, direzione Val Mastallone, sentiero Padre Gallino, Barattina, Cervarolo Villa inf. e sup., Solivo Volta, Alpe Piane di Cervarolo, Massa del Turlo, Monte la Mazza, Colle del Campo, Monte Croce, Monte Mazzoccone, Alpe Preer, Alpe Camasca, pista forestale del Ranghetto, Colle del Ranghetto, Corte e Costa, Camasco, sella di Camasco, Morondo, Oro, Crosa, direzione Sacro Monte e sentiero Padre Gallino direzione chiesa Santa Barbara, cima Tre Croci, Gerbidi, case sparse Sacro Monte, Sacro Monte, Varallo, Sacro Monte, case sparse, sentiero per Santa Barbara e arrivo a Varallo Sesia.

Distanza totale: 50 Km

Dislivello positivo: 3036 mt+

Quota massima: 1956  mt

Tipo di percorso: prevalentemente sentieri di montagna, mulattiere, piste sterrate, pochissimo asfalto.

Difficoltà:  In notturna prestare attenzione fra la Massa del Turlo e il Colle del Campo.

Reperibilità acqua: Varallo Sesia, i centri abitati che si incontrano hanno fontanili, Alpe piane di Cervarolo, fontanile lungo la pista che porta al colle del Ranghetto.








Il blog, le descrizioni ed il loro contenuto sono atti a far conoscere il territorio che abitualmente frequento, le tracce GPS sono attendibili e le valutazioni soggettive, per il resto affidatevi ai siti ufficiali come le sezioni CAI dedicate per avere le migliori indicazioni/informazioni.
Non dimenticate mai un equipaggiamento adeguato, la valutazione delle condizioni meteo e ricordate sempre che la montagna va rispettata in tutte le sue forme e mai sottovalutata!
Per il resto, tanta passione e buon divertimento!

Sezioni CAI - link           Meteo - link

Varallo Sesia

Monte Tre Croci

Massa del Turlo

Monte Croce

chiesa di Santa Barbara







mercoledì 15 agosto 2018

Run, i due laghi - Viverone e Bertignano


Tipologia percorso: Corsa, escursionismo.

Luogo di partenza :  Viverone (BI)

Luoghi attraversati: Partenza dal comodo parcheggio sito sulla strada provinciale in prossimità del distributore, direzione Santhià sulla stessa statale, Bertignano, giro dell'omonimo lago, nuovamente il piccolo abitato di Bertignano, Rolle, Viverone con arrivo sul lungo lago.

Distanza totale: 6 Km

Dislivello positivo: 105 mt+

Quota massima: 430  mt

Tipo di percorso: Asfalto, strade bianche.

Difficoltà:  Nessuna.

Reperibilità acqua: fontana a Beretignano







Il blog, le descrizioni ed il loro contenuto sono atti a far conoscere il territorio che abitualmente frequento, le tracce GPS sono attendibili e le valutazioni soggettive, per il resto affidatevi ai siti ufficiali come le sezioni CAI dedicate per avere le migliori indicazioni/informazioni.
Non dimenticate mai un equipaggiamento adeguato, la valutazione delle condizioni meteo e ricordate sempre che la montagna va rispettata in tutte le sue forme e mai sottovalutata!
Per il resto, tanta passione e buon divertimento!

Sezioni CAI - link           Meteo - link



martedì 7 agosto 2018

M.te Capio



Tipologia percorso: Trailrunning, escursionismo.

Luogo di partenza :  Sabbia, ponte della Giumenta  (VC)

Luoghi attraversati: Partenza dal Ponte della Giumenta, Montata, Alpe Corti, Colmetto di Cevia e proseguito su sentiero a tratti non battuto che segue il Rio della Valle fino all'Alpe del Laghetto, Miniere del Nichelio e salito sul versante sx per poi raggiungere la vetta, ridisceso fino al canalino ripido e roccioso (punto pericoloso attrezzato con catene) che proviene da Rimella con l'intento di aggirare la bastionata e risalire dal Passo dei Rossi, una volta sceso nella conca sottostante ho optato, visto il tempo a disposizione, di tornare sui miei passi. Quindi risalito dal canalino ho seguito il sentiero che porta al Passo dei Rossi per tornare poi all'Alpe del Laghetto, questa volta per seguire in "cresta" la via normale per tornare all'Alpe Campo, ponte della Giumenta su stesso sentiero.

Distanza totale: 15,7 Km

Dislivello positivo: 1557 mt+

Quota massima: 2172  mt

Tipo di percorso: sentieri, mulattirere, carrareccie, ambienti di medio/alta montagna,

Difficoltà:  Escursionistica, impegnativo per le pendenze, prestare attenzione al canalino che porta a Rimella che per la sola escursione al Monte Capio si può evitare.

Reperibilità acqua: in autosufficienza, per certo una fontana all'Alpe Campo.






Il blog, le descrizioni ed il loro contenuto sono atti a far conoscere il territorio che abitualmente frequento, le tracce GPS sono attendibili e le valutazioni soggettive, per il resto affidatevi ai siti ufficiali come le sezioni CAI dedicate per avere le migliori indicazioni/informazioni.
Non dimenticate mai un equipaggiamento adeguato, la valutazione delle condizioni meteo e ricordate sempre che la montagna va rispettata in tutte le sue forme e mai sottovalutata!
Per il resto, tanta passione e buon divertimento!

Sezioni CAI - link           Meteo - link












giovedì 26 luglio 2018

Cervino Xtrail - CXT 2018 - 55 km

L'immagine può contenere: montagna, cielo, spazio all'aperto e natura


Tipologia percorso: Trailrunning, escursionismo.

Luogo di partenza :  Cervinia  (AO)

Luoghi attraversati: Cervinia, Batse, Cervinia, Plan Maison, lago Goillet, Chapellette, Bec Pio Merlo, Alpe Verser, Alpe Molar, Salette, Cheneil, Punta Fontana Fredda, bosco Col Cheneil, Cheneil, Servaz, Cretaz, Promindoz, Champleve, Colombé, Lavussé, Bois Noir, Lago di Loz, Manda Desot, Perrere, Grillon, Tza Grillon, Eau Noir Supeiore, Alpe Bayettes, Maberge, Alpe Cors, Alpe Morces, Cervinia.

Distanza totale: 54 Km

Dislivello positivo: 3502 mt+

Quota massima: 2552  mt

Tipo di percorso: sentieri, mulattirere, asfalto, ambienti di alta montagna

Difficoltà:  Lunghezza del percorso, quota, ascesa verso Bec Pio Merlo.

Reperibilità acqua: in autosufficienza con ristori dell'organizzazione gara.






Il blog, le descrizioni ed il loro contenuto sono atti a far conoscere il territorio che abitualmente frequento, le tracce GPS sono attendibili e le valutazioni soggettive, per il resto affidatevi ai siti ufficiali come le sezioni CAI dedicate per avere le migliori indicazioni/informazioni.
Non dimenticate mai un equipaggiamento adeguato, la valutazione delle condizioni meteo e ricordate sempre che la montagna va rispettata in tutte le sue forme e mai sottovalutata!
Per il resto, tanta passione e buon divertimento!

Sezioni CAI - link           Meteo - link









mercoledì 25 luglio 2018

La Sportiva Akasha



Sono al secondo paio, le scarpe indispensabili per i lunghi, testate fino a 60 km in gara, 2 trail dell'Oasi Zegna "TOZ" 2017 e 2018 entrambi da 59 km, Walser Trail 2017 di 50km e CXT 2018 di 55km, ambienti non semplici di alta montagna dove sentieri, sassi e radici mettono a dura prova fisico e materiali. 
Le scarpe mi hanno sempre garantito ottimo supporto, ottima protezione e sopratutto le reputo scarpe molto affidabili come del resto i prodotti di mamma Lasportiva, se voglio stare sereno e non avere i piedi sfasciati utilizzo queste! Sono scarpe ben strutturate, fasciano il piede e in qualsiasi condizione, anche di traversi o cambi di direzione repentini il piede al suo interno non si muove, una volta allacciate, li rimangono e non c'è bisogno di ulteriori regolazioni, unico neo che riscontro ma che può essere soggettivo, le trovo abbastanza "calde" e in estate sotto al sole cocente poco areate, ma da un paio di scarpe "protettive" non si può pretendere tutto.


Suola dopo 200 km




Con il primo paio ho percorso oltre 700 km prima di sentirle "scariche", dopo di che ci ho fatto ancora un "viaggio" in trekking (Vercelli-Alagna) di altri 130 km prima di venire definitivamente "cestinate".

Il grip è molto buono in tutte le condizioni e su tutti i terreni, certo che il Megagrip di Vibram è tutta un'altra cosa, e questa purtroppo è una pecca, anche se, ripeto, è una suola di tutto rispetto, le trovo scarpe molto stabili, una buona progressione ammortizzante sul tallone e tutto sommato poco impacciate anche quando si corre decisi su tratti in piano. Con il secondo paio sono a circa 200 km percorsi e le sensazioni sono sempre le stesse, nonostante il primo paio lo abbia strapazzato per bene le scarpe non hanno mai presentato alcun segno di cedimento, scollatura, abrasioni o consumi anomali dei materiali, questo per me è un aspetto fondamentale e scusate il gioco di parole ma è ciò che mi aspetto da un paio di scarpe da trail running!





Fonte dati tecnici presi da La Sportiva

Tomaia: AirMesh forato + PU Leather parte posteriore e Dynamic ProTechTion™ in punta
Fodera: Mesh anti-scivolo
Intersuola: EVA ad iniezione e Cushion Platform™
Plantare: Ortholite Mountain Running
Suola: Mescola FriXion XT bi-mescola con sistema Trail Rocker™
Drop: 6 mm Misure: 36 - 47,5 (comprese mezze misure)
Peso: 660 g (al paio, misura 42)


domenica 22 luglio 2018

Cervino Xtrail - CXT 2018 - 27 km



Tipologia percorso: Trailrunning, escursionismo.

Luogo di partenza :  Cervinia  (AO)

Luoghi attraversati: Cervinia, Plan Maison, lago Goillet, Bec Pio Merlo, Manda Desot, Perreres, Tza Grillon, Alpe Bayettes, Alpe Cors, Cervinia.

Distanza totale: 27 Km

Dislivello positivo: 1600 mt+

Quota massima: 2552  mt

Tipo di percorso: sentieri, mulattirere, asfalto, ambienti di alta montagna

Difficoltà:  Lunghezza del percorso, quota, ascesa verso Bec Pio Merlo.

Reperibilità acqua: in autosufficienza con ristori dell'organizzazione gara.





Il blog, le descrizioni ed il loro contenuto sono atti a far conoscere il territorio che abitualmente frequento, le tracce GPS sono attendibili e le valutazioni soggettive, per il resto affidatevi ai siti ufficiali come le sezioni CAI dedicate per avere le migliori indicazioni/informazioni.
Non dimenticate mai un equipaggiamento adeguato, la valutazione delle condizioni meteo e ricordate sempre che la montagna va rispettata in tutte le sue forme e mai sottovalutata!
Per il resto, tanta passione e buon divertimento!

Sezioni CAI - link           Meteo - link